venerdì 27 aprile 2012

Il fidanzato confessa. Il padre di lei: "Datemelo clikka x leggere ..


E' stato Francesco Lo Presti, 34 anni, ad uccidere Vanessa Scialfa, 20 anni. Lui stesso dopo un lungo interrogatorio è crollato ed ha accompagnato gli inquirenti nel luogo dove aveva abbandonato il corpo. Tra i due ci sarebbe stato un litigio, forse scoppiato per gelosia. L'uomo ha strangolato Vanessa, quindi dopo avere gettato il corpo dal cavalcavia della statale 117 bis, sarebbe andato dai carabinieri a denunciare la scomparsa della fidanzata, raccontando del litigio al termine del quale lei era uscita da casa.

I militari avevano interrogato Lo Presti per 12 ore, ma il giovane aveva continuato a dare quella versione dei fatti senza cadere in contraddizioni. Nel frattempo era stato costituito il congiunto gruppo per le ricerche di carabinieri e polizia. Questa mattina Lo Presti è stato nuovamente sentito negli uffici della questura e al suo racconto sarebbero cominciate ad emergere incongruenze. Messo di fronte all'evidenza il trentaquattrenne disoccupato è crollato ed ha condotto gli inquirenti nei pressi della ex miniera dove aveva abbandonato il cadavere di Vanessa. Lo Presti è in stato di fermo con l'accusa di omicidio e occultamento di cadavere.

Il padre accusa il fidanzato: "Pensavo fosse un bravo ragazzo"
"Datemelo tra le mani che lo ammazzo...": lo ha gridato Giovanni Scialfa all'obitorio del cimitero di Enna durante il riconoscimento del corpo della figlia Vanessa. L'ultimo ad averla vista viva il fidanzato, è ora ascoltato in questura. "Lo avevo accolto in famiglia perché pensavo che fosse un bravo ragazzo - ha aggiunto l'uomo -, ma come si fa a uccidere una ragazza per un futile litigio...Non lo devono arrestare perché poi ci penserò io, con le mie mani..."

3 commenti:

  1. SENSA PAROLE ANZI IL PAPA SE VERAMENTE SE AMAVA LA FIGLIA NON DOVEVA FARE STARE CON UOMO GIA SPOSATO CON UN FIGLIO MEGLIO CHè PIANGEVA LEI SENSA QUEL MOSTRO CHE IL PAPA ADESSO ....UN BACIO PICCOLA VANESSA UN ABRACCIO AL PAPA.............

    RispondiElimina
  2. Quando il lupo si veste d agnello.. anche lui ha avuto una ex e addiruttura anche un figlio se ho capito bene.. Ma cosa fa una bellissima ragazza ancora 20enne con tutta una vita davanti a se con uno che era gia sposato e con un figlio? e poi essere uccisa solo per aver nominato un suo ex.. Siamo nati liberi o no? non apparteniamo a nessuno, se decidiamo di metterci insieme a una persona e perche sentiamo che si puo stare insieme a quella persona, ma nello stesso tempo non apparteniamo a quella persona ne quella persona appartiene a noi, cio non vuol dire che sia lei o lui una volta insieme, e libero di andare con chi vuole.. ma almeno ha avuto prima di conoscere quella persona la liberta di averne conosciuto un altra/o e se poi per un motivo qualsiasi scappa il nome di quella persona .. non penso che sia caso di omicidio....

    RispondiElimina