domenica 30 settembre 2012

SEMIFREDDO CON CREMA AL RUM....

Ingredienti
1 pan di Spagna tagliato sottile 25x25 cm
crema al rum:
650 g di latte
4 uova + 2 tuorli
140 g di zucchero
60 g di farina
30 g di rum
½ bacca di vaniglia
meringa cotta:
100 g di albumi
70 g d’acqua
200 g di zucchero
inoltre:
300 g di ricotta
200 g di panna montata
130 g di zucchero a velo
60 g di cioccolato fondente tritato
marmellata di arance
decorazione:
gel alimentare
fragole
kiwi
pesca
ciliegie
mirtilli
melone
Crema: scaldate il latte con i semi della vaniglia e, a parte, 
sbattete a spuma le uova e i tuorli con lo zucchero.
Versate la farina sulla battuta e stemperate con il latte caldo.
Mescolando senza interruzione addensate la crema 
su fuoco moderato, poi allontanatela dal calore, aromatizzatela 
con il rum e raffreddatela in una ciotola coperta con pellicola.
Meringa cotta: su fiamma moderata bollite l’acqua con lo zucchero 
fino a portarla ad una temperatura di 110°C. Proseguite la cottura ma intanto 
iniziate a montare gli albumi. Quando lo sciroppo di zucchero arriverà 
a 121°C, allontanatelo dal calore e iniziate ad incorporarlo a filo  
alla meringa in lavorazione.
Proseguite a montare finchè la meringa ritorni a temperatura ambiente. 
Ponetela in frigo.
Sbattete la ricotta con lo zucchero a velo, quindi alleggeritela con la panna montata, 
poi incorporatela alla crema fredda. Completate con la meringa cotta.
Assemblaggio: ponete il pan di Spagna sul fondo dello stampo. 
Pennellate la torta con la marmellata. Versate metà massa, distribuite
 il cioccolato tritato e ricopritelo con il resto della massa. 
Trasferite il dolce in congelatore per 6/8 ore. 
Ponete il semifreddo in frigo 60 minuti prima del consumo.
Prima di servire eliminate il cerchio, poi con un gel alimentare 
dividetelo a sezioni geometriche: rettangoli e quadrati.
Affettate la frutta e distribuitela in bell’ordine nei quadrati e nei rettangoli.
 Lasciate qualche sezione libera dalla guarnizione.

MOUSSE AL CIOCCOLATO



1.5 dl di latte
1 dl di caffè ristretto
4 tuorli d'uovo
15 g di maizena
150 g di zucchero semolato
25 g di gelatina
4.5 dl di panna da montare




Scaldate in una casseruola metà dose di latte col caffè, 
senza farlo bollire.
Mettete i tuorli, la maizena e lo zucchero in un'altra casseruola e sbattete, 
finché non ottenete una crema leggera.
Versate, mescolando il latte col caffè e il latte rimasto e lavorate bene con la frusta.
Cuocete il composto a fiamma bassa per 2-3 minuti, mescolando 
continuamente fino a quando sarà denso e omogeneo.
Per saggiare se ha la consistenza è ottimale, immergetevi una spatola e passate 
sopra il dito, e se si disegna una crema pulita la crema è pronta.
Coprite la superficie con un foglio di carta oleata e fate raffreddare.
Intanto in un pentolino a bagnomaria sciogliete la gelatina in 1 cucchiaio d'acqua
 fino a quando diventa limpida.
Versatela nel composto al caffè e mescolate bene.
Montate la panna ben soda e incorporatela al composto 
al caffè e versate il tutto nello stampo.
Mettetela a raffreddare in frigo per almeno 5 ore.

Tagliatelle al cartoccio

Ingredienti :  (Per 4 persone)
400 gr. di tagliatelle
200 gr. di seppie
pepe
200 gr. di vongole
200 gr di cozze
sale
200 gr. di gamberetti
4 cucchiai d'olio d'oliva
250 gr. di pomodori
prezzemolo
2 spicchi d'aglio

Soffriggete in un po' d'olio l'aglio che verrà tolto appena diventa dorato. Aggiungeteci poi le seppie, le vongole e i gamberetti; quando saranno imbionditi, metteteci i pomodori, un pizzico di sale e lasciate cuocere per 15 minuti. Cuocete la pasta in acqua salata, scolatela, conditela con il sugo appena preparato e il prezzemolo tritato. Mettete il tutto in un foglio di carta forno e infornate per 10 minuti. Servite aggiungendo olio ed un pizzico di pepe.

FARAONA O TACCHINO O POLLO RIPIENI

Ingredienti per 8 persone:
1 tacchino da 1 kg
1 noce di burro
pancetta
sale.
Per il ripieno:
rigaglie del tacchino
40 g di pancetta;
100 g di salsiccia
mollica di pane
2 mele
250 g di castagne lessate
100 g di prugne secche snocciolate
burro
sale
pepe 



Preparazione:
Tritate insieme rigaglie, pancetta, salsiccia, unite la mollica di pane bagnata e strizzata le mele a fette sbucciate, le prugne ammorbidite in acqua tiepida, le castagne e riempitevi il tacchino, aggiungete una noce di burro intrisa di sale e pepe. Cucite l'apertura, avvolgetelo con le fette di pancetta e cuocete in forno con un po' di burro a 220 gradi per 1 ora aggiungendo sul fondo della teglia 1/2 bicchere d'acqua, poi a 180 gradi ancora per 1 ora e 1/2 circa. Bagnate ogni tanto il tacchino con il suo sugo. L'ultimo quarto d'ora togliete la pancetta e fate dorare la pelle.

POLPETTONE AL FORNO

Ingredienti:
400 g di carne tritata
4 fette di pan carrè
1/2 bicchiere di latte
1 uovo intero
20 g di grana grattugiato
100 g di prosciutto cotto a fette
100 g di galbanino o fontina
sale
pepe
burro
prezzemolo





Preparazione:
Bagna nel latte le fette di pan carrè. strizzale e riducile a molliche. In una ciotola versa la carne, l’uovo, le fette di pan carrè, il grana, il prezzemolo, il sale e il pepe. Mescola con cura tutti gli ingredienti e stendi l’impasto sul fondo di un piatto.
Adagia al centro le fette di prosciutto e il galbanino o la fontina a pezzetti. Con l’aiuto delle mani chiudi il polpettone sollevando i bordi. Compatta bene il tutto e adagialo in una teglia da forno unta di burro.
Cuoci a 180° per 30 minuti circa. Fai intiepidire, poi taglia a fette e servi.

FUNGHI SOTT'ACETO

Ingredienti:
1 kg di funghi
olio evo
1 bicchiere di aceto bianco
1 bicchiere di vino bianco secco
5 foglie di alloro
1 rametto di timo
2 chiodi di garofano
pepe
sale



Preparazione:
Pulire i funghi con uno strofinaccio umido eliminando tutto il terriccio ma, se fossero molto sporchi, lavarli velocemente. Tagliare i funghi a pezzi grossi. Portate a ebollizione l’aceto insieme al vino, i chiodi di garofano, l’alloro, il pepe, il timo e poco sale.
Appena l’aceto inizia a bollire, unire i funghi e cuocere per quattro minuti. Scolare e stendere su un canovaccio all’aria ad asciugare, per qualche ora.
Sistemateli nei vasi, aggiungendo in ognuno una foglia di alloro. Ricoprire accuratamente con l’olio, controllando che non ci siano bolle d’aria e che i funghi siano sommersi. Chiudere i vasi, riporre al buio e al fresco.
Consumare dopo 1 mese.
 

LASAGNE ALLA CREMA DI FUNGHI ...

Ingredienti per 4 persone:
12 sfoglie di pasta
50 gr di funghi porcini
100 gr di champignon
4 patate piccole
400 gr di besciamella
2 spicchi d'aglio
prezzemolo
olio evo
sale
pepe
grana grattugiato 



Preparazione:
Lessare le patate, cuocere la pasta, scolarla e metterla su un telo. Schiacciare le patate. In padella, dopo aver pulito e affettato gli champignon, mettere uno spicchio d'aglio schiacciato, olio, prezzemolo, cuocerli e frullarne la meta', togliendo prima l'aglio.
Mettere questa crema nelle patate insieme all'altra metà di funghi, qualche cucchiaio di besciamella e un goccio di olio, salare e pepare.
Iniziare a comporre la lasagna, con una sfoglia di pasta un po' di ripieno sfoglia, ripieno, fino ad esaumerimento.
Per la copertura, prendere i porcini e saltarli anche questi con del prezzemolo ed aglio e versarli sopra la sfoglia con un po' di besciamella e una spolverata di grana grattugiato.
Mettere in forno a riscaldare e servire.

pasta al forno con il cavolfiore..

200 gr di pasta
1 bel cavolfiore 
besciamella
parmigiano
uovo sodo  







Lessare in acqua salata il cavolfiore precedentemente lavato e tagliato, Scolarlo sbriciolarlo un po' con la forchetta,Unirlo alla besciamella .
Nella stessa acqua di cottura del cavolfiore cuocere la pasta molto al dente, scolarla e condirla con la besciamella.Disporre il composto in una teglia da forno,mettere uno strato di pasta ,la besciamella ,l'uovo. il cavolfiore ,parmigiano.chiudere cn il resto della pasta spolverare con abbondante parmigiano.Infornare a 180° per 20 minuti e fare gratinare x qualche minuto fino quando non si formerà la crosticina.

sabato 29 settembre 2012

Una dolcissima storia da leggere tutta fino alla fine x capire cos' è l'amore ( clicca sulla foto )



Mentre mia moglie mi serviva la cena , le presi la mano e le dissi:'' Devo parlarti''.Lei annui e mangio' con calma.La osservai e vidi il dolore nei suoi occhi....quel dolore che all'improvviso mi bloccava la bocca...Mi feci coraggio e le dissi:'' Voglio il divorzio''.Lei nn sembro' disgustata dalla mia domanda e mi chiese soavemente: '' Perche'?''.Quella sera nn parlammo piu' e lei pianse tutta la notte.Io sapevo che lei voleva capire cosa stesse accadendo al nostro matrimonio, ma io non potevo risponderle ....aveva perso il mio cuore a causa di un'altra donna ...Giovanna!Io ormai non amavo piu' mia moglie...mi faceva solo tanta pena...mi sentivo in colpa, ragion per cui sottoscrissi nell'atto di separazione che a lei restasse la casa, l'auto e il 30% del nostro negozio.Lei quando vide l'atto lo strappo a mille pezzi ! ''Come ?! avevamo passato dieci anni della nostra vita insieme ed eravamo ridotti a due perfetti estranei?!''.A me dispiaceva tanto per tutto questo tempo che aveva sprecato insieme a me ...per tutte le sue energie....pero' non potevo farci nulla...io amavo Giovanna!All'improvviso mia moglie comincio' a urlare e a piangereininterrottamente per sfogare la sua rabbia e la sua delusione....l'idea del divorzio cominciava ad essere realta'.Il giorno dopo tornai a casa e la incontrai seduta alla scrivania in camera da letto che scriveva...non cenai e mi misi a letto...ero molto stanco dopo una giornata passata con Giovanna.Durante la notte mi svegliai e vidi mia moglie sempre li' seduta a scrivere...mi girai e continuai a dormire.La mattina dopo mia moglie mi presento' le condizioni affinche' accettasse la separazione.Non voleva la casa, non voleva l'auto .tantomeno il negozio...soltanto un mese di preavviso..quel mese che stava per cominciare l'indomani.Inoltre voleva che in quel mese vivessimo come se nulla fosse accaduto!Il suo ragionamento era semplice : ''Nostro figlio in questo mese ha gli esami a scuola e non e' giusto distrarlo con i nostri problemi''.Io fui d'accordo pero' lei mi fece un ulteriore richiesta.'' Devi ricordarti del giorno in cui ci sposammo , quando mi prendesti in braccio e mi accompagnasti nella nostra camera da letto per la prima volta...in questo mese pero' ogni mattina devi prendermi in braccio e devi lasciarmi fuori dalla porta di casa ''.Pensai che avesse perso il cervello , ma acconsentii per non rovinare le vacanze estive a mio figlio per superare il momento in pace.Raccontai la cosa a Giovanna che scoppio' in una fragorosa risata dicendo: ''Non importa che trucchi si sta inventando tua moglie...dille che oramai tu sei mio...se ne faccia una ragione!''.Io e mia moglie era da tanto che non avevamo piu' intimita', cosi' quando la presi in braccio il primo giorno eravamo ambedue imbarazzati ....nostro figlio invece camminava dietro di noi applaudendo e dicendo:'' Grande papa', ha preso la mamma in braccio!''.Le sue parole furono come un coltello nel mio cuore....camminai dieci metri con mia moglie in braccio ....lei chiuse gli occhi e mi disse a bassa voce:''Non dirgli nulla del divorzio ..per favore...Acconsentii con un cenno , un po' irritato, e la lasciai sull'uscio.Lei usci' e ando' a prendere il bus per andare al lavoro.Il secondo giorno eravamo tutti e due piu' rilassati ...lei si appoggio' al mio petto e..potetti sentire il suo profumo sul mio maglione.Mi resi conto ch era da tanto tempo che non la guardavo ....Mi resi conto che non era piu' cosi' giovane...qualche ruga ..qualche capello bianco....!Si notava il danno che le avevo fatto!ma cosa avevo potuto fare da ridurla cosi'?Il quarto giorno , prendendola in braccio come ogni mattina avvertii che l'intimita' stava ritornando tra noi....questa era la donna che mi aveva donato dieci anni della sua vita, la sua giovinezza, un figlio....e nei giorni a seguire ci avvicinammo sempre piu' .Non dissi nulla a Giovanna per rispetto!.Ogni giorni era piu' facile prenderla in braccio e il mese passava velocemente.Pensai che mi stavo abituando ad alzarla , e per questo ogni giorno che passava la sentivo piu' leggera.Una mattina lei stava scegliendo come vestirsi...si era provata di tutto, ma nessun indumento le andava bene e lamentandosi disse:''I miei vestiti mi vanno grandi, ''.Li' mi resi conto che era dimagrita tanto...ecco perche' mi sembrava cosi' leggera!Di colpo mi resi conto che era entrata in depressione...troppo dolore e troppa sofferenzapensai.Senza accorgermene le toccai i capelli ...nostro figlio entro' all'improvviso nella nostra stanza e disse :'' Papa' e' arrivato il momento di portare la mamma in braccio( per lui era diventato un momento basilare della sua vita).Mia moglie lo abbraccio' forte ed io girai la testa ...ma dentro sentivo un brivido che cambio' il mio modo di vedere il divorzio.Ormai prenderla in braccio e portarla fuori cominciava ad essere per me come la prima volta che la portai in casa quando ci sposammo...la abbracciai senza muovermi e sentii quanto era leggera e delicata ...mi venne da piangere!L'ultimo giorno feci la stessa cosa e le dissi:'' Non mi ero reso conto di aver perduto l'intimita' con te....Mio figlio doveva andare a scuola e io lo accompagnai con la macchina...mia moglie resto' a casa.Mi diressi verso il posto di lavoro ..ma a un certo punto passando davanti casa di Giovanna mi fermai ..scesi e corsi sulle scale...lei mi apri' la porta e io le dissi:''Perdonami..ma non voglio piu' divorziare da mia moglie...lei mi guardo' e disse: Ma sei impazzito?Io le risposi :'' No...e' solo che amo mia moglie...era stato un momento di noia e di routine che ci aveva allontanato ..ma ora ho capito i veri valoridella vita , dal giorno in cui l'ho poortata in braccio mi sono reso conto osservandola e guardandola che dovevo farlo per il resto della mia vita!Giovanna pianse mi tiro' uno schiaffo e entro' in casa sbattendomi in faccia la porta.Io scesi le scale velocemente , andai in macchina e mi fermai in un negozio di fiori.le comprai un mazzo di rose e la ragazza del negozio mi disse: Cosa scriviamo sul biglietto?le dissi:''Ti prendero' in braccio ogni giorno della mia vita finche' morte nn ci separi''Arrivai di corsa a casa...feci le scale entrai e di corsa mi precipitai in camera felicissimo e col sorriso sulla bocca......ma mia moglie era a terra ...morta!.Stava lottando contro il cancro ...ed io che invece ero occupato a passare il tempo con Giovanna senza nemmeno accorgermene.Lei per non farmi pena non me lo aveva detto, sapeva che stava per morire e per questo mi chiese un mese di tempo...si un mese...affinche' a nostro figlio non rimanesse un cattivo ricordo del nostro matrimonio....affinche' nostro figlio non subisse traumi.....affinche' a nostro figlio rimanesse impresso il ricordo di un padre meraviglioso e innamorato della madre.Questi sono i dettagli che contano in una relazione...non la casa....non la macchina....non i soldi...queste sono cose effimere che sembrano creare unione e invece dividono.Cerchiamo sempre di mantenere il matrimonio felice...ricordando sempre il primo giorno di questa bella storia d'amore.A volte non diamo il giusto valore a cio' che abbiamo fino a

Torta pere e cioccolato ...

Ingredienti della ricetta:

Per la pasta:
400 g di farina
200 g di burro
150 g di zucchero
2 uova

Per la crema:
5 tuorli
150 g di zucchero
200 ml di panna liquida per dolci
80 g di cioccolato fondente
800 g di pere tipo Kaiser

Iniziate preparando la pasta di base per la torta. Unite la farina, il burro, lo zucchero e le uova intere, impastate il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo che metterete a riposare in frigorifero per mezz’ora dopo averla avvolta nella pellicola.
Nel frattempo preparate la crema. Lavorate bene i tuorli con lo zucchero, unite la panna liquida e mettete il tutto su fuoco basso tenendo sempre girato per qualche minuto facendo attenzione a non far bollire il composto. Spegnete il fuoco, aggiungete il cioccolato fatto a pezzetti piccoli e mescolate fino a farlo sciogliere.
Togliete la pasta dal frigo, dividetela in due parti di cui una più grande e stendetele con il matterello fino a ricavarne due dischi rotondi, uno più grande dell’altro. Con il disco più grande foderate il fondo di una tortiera precedentemente imburrata, versateci sopra la crema al cioccolato su cui disporrete le pere sbucciate e tagliate a fettine sottili. Ricoprite con il disco di pasta più piccolo la torta, sigillare i bordi e infornare a 180° per 40 minuti. Fatela raffreddare e spolverizzate la torta con lo zucchero al velo.

GNOCCHI SALTATI CON PROSCIUTTO E FUNGHI

Ingredienti:
500 gr di gnocchi 
300 gr di funghi 
250 gr di prosciutto cotto in una unica fetta tagliata spessa
Uno scalogno
Sale
Olio extravergine di oliva
Scaglie di formaggio grana per decorare



Procedimento:
Pulire i funghi dalla terra e sciacquarli sotto l’acqua rapidamente, senza lasciarli ammollo. Tagliarli a fettine.
Sbucciare lo scalogno e sminuzzarlo finemente.
Tagliare a cubetti la fetta di prosciutto cotto.
In una padella mettere a soffriggere lo scalogno con l’olio lasciarlo appassire per 2 minuti, poi aggiungere i cubetti di prosciutto e dopo altri 2 minuti unire anche i funghi. Mescolare bene regolare di sale, coprire e far cuocere per 15 minuti.
Nel frattempo mettere a bollire dell’acqua in una pentola con del sale, dopo aver lessato la pasta per 2 minuti, ritirarla con una ramina forata e versarla nella padella facendo saltare tutto per 5 minuti, aggiungendo un mestolo dell’acqua bollente di cottura e facendolo evaporare tutto.
Servire con una spolverata di prezzemolo tritato e qualche scaglia di formaggio grana.

TORTA MORBIDA AL NESQUIK MOLTO FACILE ...

Ricetta
4 uova
175 gr. di burro
170 gr di zucchero
50 gr. di nesquik
200 gr. di farina
55 gr di frumina
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Prendete una ciotola e mettete uova e zucchero, sbatteteli insieme con le fruste elettriche fino ad avere un composto gonfio e spumoso. Aggiungete quindi il burro fuso e mescolate bene.
Setacciate insieme lievito, sale, farina e frumina ed uniteli gradualmente al composto sempre sbattendo con le fruste elettriche. Completate con il nesquik e mescolate ancora.
Imburrate e infarinate uno stampo per torte di dimensione normale, versate il composto e poi cuocete la torta in forno caldo a 180°C per 35 minuti circa

venerdì 28 settembre 2012

Non consumare le tue scarpe x corrergli dietro .. ma conservale x quando dovrai prenderlo a calci !!!...


CIAMBELLA RICOTTA E -ANANAS

Ingredienti:
3 uova
200 gr di zucchero
100 gr di burro fuso
200 gr di farina
200 gr di ricotta di mucca
una bustina di lievito
una confezione di ananas a fette

Sciogliere intanto il burro e lasciare raffreddare;montare leggermente le uova con lo zucchero,poi aggiungere il burro e la ricotta. Mescolare velocemente e infine aggiungere la farina e il lievito;mescolare ancora fino ad ottenere un impasto cremoso. Versare il composto nello stampo e mettere sopra di esso le fette di ananas tagliate a metà.

Infornare a 180° per 30-40 minuti.

a base di questo dolce è ottima per farcire torte-ciambelloni anche con altri tipi di frutta (io la faccio spesso anche con le pesche sciroppate ed è divina!)oppure mettendo in mezzo un pò di marmellata.....insomma è una base che potete utilizzare in mille modi!

Riso cozze e******** tutto è più buono..

330 grammi di riso parboiled
800 grammi di cozze da sgusciare
300 grammi di moscardini da pulire
2 peperoni grandi
2 pomodori
una bustina di zafferano
un ciuffo di prezzemolo
un limone
olio
sale
Preparazione
Lava e monda i moscardini con particolare attenzione per il becco corneo che va eliminato, tuffali in acqua salata e fai lessare per 15 minuti.
Cuoci il riso per circa 13 minuti in acqua bollente salata, poi scolalo al dente e passalo sotto l’acqua fredda qualche istante.
Raschia la superficie delle cozze molto accuratamente, sciacquandole in acqua corrente. Poni le cozze in un tegame sul fuoco vivo e dopo averne aspettato l’apertura estrai i molluschi e provvedi a eliminare le valve (i gusci).
Abbrustolisci i peperoni direttamente sulla fiamma, privali della pellicina, del picciuolo e dei semi e tagliali a tuo piacimento: a filetti o cubetti.
Lava e taglia a spicchietti i pomodori.
Prepara una miscela col succo di limone e l’olio in cui sciogliere la polvere di zafferano.
Metti tutti gli ingredienti preparati in una terrina, condiscili con la salsina e abbonda con una pioggia di prezzemolo fresco tritato.

UNA BIMBA SCAMBIATA PER UNA BOMBA.

«Bomba». Era una neonata
Afghanistan, trovata per strada da militari Isaf.
Non era una bomba, ma una bambina abbandonata dopo la nascita dalla madre.
Il 19 settembre una neonata è stata trovata per strada da un gruppo 
di soldati polacchi d
ell'Isaf nel Sud dell’Afghanistan, mentre stavano pattugliando una zona vicino alla loro base militare di Waghez.
UNA BIMBA SCAMBIATA PER UNA BOMBA. I militari, che avevano appena disinnescato un'altra bomba, alla vista di un pacco sospetto a terra sono subito andati in allerta. Poi la sorpresa: sollevato il coperchio di cartone, ha riferito il quotidiano online Khaama Express, hanno visto una neonata avvolta in un asciugamano.
«Avevamo dato l'allarme per una possibile bomba artigianale (ied) collocata dai talebani», ha detto ai media un portavoce del contingente polacco dispiegato nella base di Waghez, «e avevamo adottato tutte le precauzioni del caso. Ma è stata grande la sorpresa quando abbiamo sentito che all'interno del pacco qualcosa si muoveva».
LA NEONATA È IN BUONA SALUTE. Il gruppo ha camminato con la bimba in braccio per un paio di chilometri, non trovando nessuno. Così i soldati hanno deciso di portare la piccola alla base dove è stata visitata dai medici del pronto soccorso che l'hanno trovata in buona salute.
C'è stato un po' di imbarazzo, ha raccontato poi il giornale, perché la struttura non era attrezzata per assistere e alimentare un neonato.
Ma poi un soldato è stato incaricato di una missione speciale: andare nella farmacia del vicino centro abitato per comprare un biberon, latte e alimenti per neonati.
SI CHIAMA POLA. Infine i militari hanno dato alla piccola un nome.
In onore della terra del gruppo dei salvatori, hanno scelto di chiamarla Pola.
La bimba dovrebbe essere a breve consegnata alle autorità afghane a cui è affidato il compito di cercare i genitori, o assisterla in un centro per minori.
Martedì, 25 Settembre 2012

giovedì 27 settembre 2012

Crostata di mascarpone e ricotta

Ecco la crostata piu' morbida che io abbia mai mangiato:

Per la pasta frolla (che non cambierei con nessun'altra ricetta!):

250 gr di farina
150 gr di burro
100 gr di zucchero
1 uovo intero + 1 tuorlo
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di lievito

Per il ripieno:
250 gr di mascarpone
250 gr di ricotta
200 gr di zucchero (io ne ho messi 150 gr)
150 gr di gocce di cioccolato
10 gr di farina
2 tuorli
1 bustina di vanillina

Preparare la frolla come di consueto. Per il ripieno, lavorare bene la ricotta con lo zucchero e poi aggiungere i restanti ingredienti, lasciando per ultimi il mascarpone e le gocce di cioccolato.
In forno a 190 gradi x 40'. Spolverizzare la superficie con zucchero a velo.

mercoledì 26 settembre 2012

Rollè di tacchino e spinaci con contorno di patate,funghi e carote

INGREDIENTI
1 petto di pollo aperto e battuto
350-400 gr di spinaci
200 gr di misto di funghi
100 gr di provola dolce o galbanino
2 carote
3 patate
1 cipolla
1 pugnetto di pisellini surgelati
1 spicchio d’aglio
Sale,pepe,vino bianco e olio e.v.o. q.b.


PREPARAZIONE
Mettete in padella gli spinaci con  un filo di olio e lo spicchio d’aglio. Se i vostri spinaci sono surgelati come quelli che ho usato io non servirà l’olio. Quando gli spinaci si saranno asciugati aggiungete i funghi. Salate e pepate.
Mettete il vostro petto di pollo aperto sul vostro piano di lavoro,salatelo e pepatelo e disponetevi sopra  gli spinaci e i funghi. Poi fate uno strato di formaggio , quindi arrotolatelo  e legatelo stretto con spago da cucina. Mettetelo al centro di una teglia e contornatelo di carote , patate, cipolla e pisellini. Una spruzzata di vino bianco,un filo di olio, e via in forno già caldo a 200° per 30 minuti ( ma come sempre regolatevi col vostro forno) girandolo a metà cottura  e…Buon appetito <3

CANNOLI CON LA RICOTTA

INGREDIENTI : 

500 gr di ricotta di pecora ben sgocciolata
250-300 gr di zucchero ( la quantità dipende dal gusto personale)
50 gr di canditi ( facoltativi)
cioccolato fondente a scaglie  per guarnire q.b.
zucchero a velo
(a gusto vostro il cioccolato può essere sostituito con scorze di arancia candita,granella di pistacchi di Bronte o ciliege candite)

PREPARAZIONE:
 lavorare la ricotta con lo zucchero, più la lavorate meno sentirete i grumi (io addirittura la passo nel setaccio!) dopo aggiungete i canditi (se li mettete) e con un cucchiaio o una sacca da pasticcere riempite le cialde.
Infine guarnite con le scaglie di cioccolato o quello che avete scelto. Con questa dose vengono circa 20 cannoli. (io uso le cialde comprate ma giuro che primo o poi troverò il tempo per farle!)  Sono certa che c’è poca gente in giro che non ha mai assaggiato un cannolo con la ricotta…ma se così fosse spero di esservi stata poco poco di aiuto!
E allora…una spolverata di zucchero a velo e…Buon appetito!!


Torta di Cous Cous? si può!…con cocco, mandorle e cioccolato Bianco? si può!!


Ingredienti per il cous cous
 125 g di cous cous precotto
 125 ml di latte
 4 cucchiai di cocco disidratato e grattugiato
60 g di zucchero semolato
2 gocce di essenza di mandorla
4 o 5 quadretti di cioccolato bianco

Inoltre:
tre cucchiai di cocco disidratato grattugiato
un cucchiaio abbondante di mandorle tritate molto finemente
tre o quattro gocce di aroma mandorla
4 o 5 cubetti di cioccolato bianco tagliati grossolanamente

PREPARAZIONE
fate scaldare il latte con 2 cucchiai di cocco, lasciatelo in infusione una decina di minuti, indi filtrate, riscaldate nuovamente e versate poi sul cous cous, aspettate 5 minuti che gonfi, aggiungete sia il burro sia lo zucchero, sgranate il tutto con le mai e unite anche i tre cucchiai di cocco e le gocce di aroma mandorla, ponete a freddare.Preparate la crema pasticcera col solito metodo, avendo cura di prima infondere, poi filtrare, il latte con tre cucchiai di cocco, preparata la crema pasticcera aggiungetevi l’aroma mandorla, un cucchiaio di cocco e il cioccolato bianco, mescolate bene in modo che il cioccolato si sciolga e si amalgami bene. Lasciate freddare anche la crema, rimestandola spesso affinché non si formi la pellicola in superficie, quando entrambi i composti sono freddi mescolateli accuratamente unendo anche le mandorle tritate e il cioccolato a pezzetti! Disponete il tutto in una pirofila o teglia ben imburrata, cuocete in forno già caldo a 175° per 40 minuti circa, la torta è pronta quando ha la superficie dorata con qualche spaccatura, servit

CROSTATINE ALLA CREMA DI RICOTTA E PESCHE

Ingredienti
300 gr di pasta frolla
2 belle pesche (io ho scelto le pesche noce) tagliate a fettine non troppo fini
2 tuorli
250 gr di ricotta fresca
buccia grattugiata di un limone
3 cucchiai di zucchero di canna
Preparazione
1. Su un piano infarinato stendete la frolla aiutandovi con un mattarello. Prendete una formia da crostatina e imprimetene i bordi sulla pasta. Con un coltello tagliate la pasta seguendo la forma tonda ma lasciando un cm in più di pasta (se non sono stata chiara date un occhio al video qui sopra! ;) 
2. Adagiate i dischi di pasta nelle formine precedentemente imburrate e infarinate. Bucherellate la frolla con la forchetta e lasciate riposare in frigo. In una ciotola unite alla ricotta i tuorli, lo zucchero, un pizzico di sale e la buccia di limone. Lavorate con una frusta fino a formare una crema liscia. 
3. Distribuite la crema sulle frolle e successivamente alcune fettine di pesca. Spolverizzate con un cucchiaino di zucchero di canna la superficie. Infornata a forno già caldo a 180 °C per circa mezz'ora o finchè i dolci non saranno leggermente dorati.

Spaghetti allo scoglio ...

Ingredienti per 4 persone :
400 gr di spaghetti o linguine
500 gr di cozze già pulite
500 grammi di vongole veraci
4scampi freschi
un ciuffo di prezzemolo
1 spicchio d'aglio 
4 cucchiai di oliva
un pizzico di peperoncino piccante 
500 grammi di pomodorini
sale q b


Procedimento:

Pulite le cozze e sciacquatele sotto l'acqua corrente
sciacquate gli scampi e metteteli da parte mettetele in acqua salata

Nel frattempo iniziate a preparare gli spaghetti lasciati cotti al dente
In una casseruola mettete l'olio l'aglio e il peperoncino fate soffriggere per un po e aggiungete i pomodorini lasciandoli cuocere almeno per 5 minuti  con il coperchio a fuoco vivo aggiungete gli scampi e girateli facendo attenzione a non farli rompere continuate la cottura per altri 5 minuti
Unite anche le cozze e le vongole che avevate messo da parte eliminando l'acqua aspettate che le vongole si aprono e assaggiate se serve il sale fatto questo aggiungete il prezzemolo tritato e servite ben caldo 

Crostata di fichi ...

Ingredienti :
1 rotolo di pasta sfoglia pronta
10 fichi
60 gr di zucchero
3 uova
2 bicchieri di latte
1 cucchiaio di farina 
1 noce di burro 
vaniglia
PROCEDIMENTO :
Preriscaldare il forno 200°C.. stendete la pasta nella tortiera precedentemente imburrata e bucherellate con una forchetta cuocete x 20- 40 minuti
In una casseruola portate a bollore il latte con la vaniglia.
In una ciotola mescolare 2 uova e la farina poi aggiungete il latte vanigliato mettete la preparazione sul fuoco e lasciate addensare, togliete dal fuoco e aggiungete il 3 ° uovo e il burro e lasciate raffreddare .
versate la preparazione sul fondo della crostata che nel frattempo avrete tolto dal forno.
Tagliate i fichi a metà e adagiateli sopra cospargete di zucchero e rimettete tutto in forno x altri 20 minuti ..

martedì 25 settembre 2012

Insalata di mare ...

Ingredienti per 4 persone :
 un polpo da 700 grammi
cozze
1 seppia
1 calamaro
20 gamberi freschi
3 cucchiai di olio exstravergine di oliva
2 cucchiai di prezzemolo tritato 
2 cucchiai di succo di limone
1 spicchio d'aglio
sale quanto basta
procedimento:
 mettete le cozze in una pentola senza aggiungere acqua coprite e fate bollire x 20 minuti
lavate tutto il resto dei pesci sotto l'acqua corrente
mettete il polpo dentro una pentola di acqua fredda e portate ad ebollizione.
Cuocete per 10 minuti con il coperchio e nel frattempo pulite i gamberi
eliminando la testa il filo nero e il guscio lasciando la coda
aggiungete all'acqua in ebollizione la seppia e continuate la cottura per altri 10 minuti
unite anche il calamaro e i gamberi puliti.
Terminate la cottura,scolate i molluschi e lasciateli intiepidire.
Tagliate la seppia e il calamaro in pezzi non troppo piccoli eliminate la pelle del polpo
e tagliatelo in pezzi . Riunite il tutto in una ciotola insieme ai gamberi e le cozze sgusciate
Condite con olio sale limone prezzemolo tritato e sale ...

crema di caffè come al bar ..ma fatto in casa ..

Ingredienti :
3 tazzine di caffè
4 di zucchero
250 ml di panna da montare

Procedimento :
Una volta preparato il caffè dovrà essere zuccherato e lasciarlo raffreddare
Versate quindi il caffè in un contenitore abbastanza grande e adatto a montare la panna ; a questo punto uniamo la panna liquida al caffè ( nella ciotola all'interno della quale procederemo a montare il tutto )
Montiamo il tutto fino ad ottenere una mousse omogenea.
Far quindi raffreddare la crema nel freezer per almeno 3 ore facendo attenzione a rimescolarlo con un cucchiaio ogni 20 minuti per spezzare i cristalli di ghiaccio durante il raffreddamento.
E buon caffè a tutti ..


lunedì 24 settembre 2012

crema al mascarpone

Ingredienti :
200 gr. di mascarpone
4 uova
200 gr. di zucchero
liquore (facoltativo )

Preparazione:
Lavorate il mascarpone con un cucchiaio di legno
a parte montate i tuorli con lo zucchero profumando a piacere col liquore
Montate gli albumi  a neve ben soda e incorporateli alla crema
con movimento dal basso verso l'alto
potete arricchire questa crema con svariati ingredienti
come il cioccolato amaro in polvere,caffè, biscotti sbriciolati ..e tutto ciò che la fantasia vi suggerisce .

Kaiserschmarren .... x chi ama fare dolci particolari ..

Ingredienti per 4 persone:
per la pastella:
500 ml di latte
50 g di panna fresca
1 bustina di zucchero vanigliato
1 cucchiaio di zucchero semolato
200 g di farina 00
la scorza di mezzo limone bio grattugiata
1 presa di sale
2 uova
2 tuorli + 2 albumi
2 cucchiai di uvetta
inoltre:
olio di semi di girasole q.b.
zucchero semolato
2 cucchiai di burro
per servire:
zucchero a velo
marmellata di mirtilli rossi
Procedimento:
In una ciotola mescolate il latte, la panna, lo zucchero vanigliato, lo zucchero semolato, la scorza di limone e la farina setacciata formando un composto uniforme. Aggiungetevi i tuorli e le uova intere e mescolate con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo. In una seconda ciotola (o con la planetaria o utilizzando le fruste elettriche) montate a neve fermissima gli albumi insieme al sale ed incorporateli, delicatamente e in più riprese, al composto precedentemente preparato con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare. Dovrete ottenere una pastella omogenea.
In una padella antiaderente fate scaldare un po’ di olio, versatevi la pastella, cospargete con l’uva passa e fate dorare da un lato. Utilizzando una spatola dividete la pastella in quattro parti (facendo una croce), quindi rigirate ciascuna di esse e fate dorare dall’altro lato. Aiutandovi con due cucchiai di legno sminuzzate la frittata, aggiungete lo zucchero e il burro, saltate per far caramellare leggermente lo zucchero, spegnete e disponete sui piatti. Cospargete con zucchero a velo setacciato e servite subito con la marmellata di mirtilli rossi.

penne cn zafferano e simmenthal facilissima e veloce

parmigiano a piacere galbanino ..
mettiamo del burro e aggiungiamo la simmenthal giriamo x qualke minuto e aggiungiamo lo zafferano ...nn appena la pasta è pronta aggiungiamo il tutto e servire calda.buon appetito
 —

domenica 23 settembre 2012

Torta kinder paradiso

Ingredienti per la base
150gr farina
300gr burro
150gr Fecola di patate
300gr zucchero
8 tuorli
3 albumi
zucchero a velo quanto basta
scorza di limone grattugiata quanto basta
Ingredienti per la farcitura
0,5l latte
scorza di limone quanto basta
100gr farina
100gr zucchero
1 bustina di vanillina
125gr panna per dolci



Preparazione:
Preparate la crema al latte, mettendo il latte in una pentola con pezzi di scorza di limone.Fatelo scaldare e poi una volta sfiorata l’ebollizione spegnete il fuoco e fate riposare per 30 minuti. Prendete un’altra pentola e mettete la farina, aggiungete gradualmente il latte mescolando in continuazione fino ad avere una cremina. Aggiungete lo zucchero e mescolate bene e poi incorporate tutto il latte. Cuocete la crema a fuoco dolce e fatela addensare mescolando in continuazione con una frusta a mano. Una volta pronta aggiungete la vanillina e la panna non montata, mescolate e poi fate raffreddare in frigorifero.

Prendete una ciotola e mettete il burro, lavoratelo a crema e aggiungete i tuorli uno per volta facendo attenzione che il primo sia ben amalgamato
prima di aggiungere il successivo. Mettete la scorza di limone grattugiata, lo zucchero e la fecola a pioggia, ed infine, la farina, mescolate bene.
Montate gli albumi a neve con un pizzico di sale e usando la frusta elettrica. Incorporate gli albumi montati a neve. In questa fase dovete mescolare
solo dal basso verso l’alto per non far smontare gli albumi.Prendete uno stampo per torte, imburratelo e infarinatelo con cura e poi versate il composto che avete preparato. Cuocete la torta kinder in forno preriscaldato a 170°C per 40 minuti. Sfornate la torta e fatela raffreddare completamente, poi con un coltello ben affilato tagliatela a metà nel senso dello spessore per ottenere due dischi uguali. Farcite la base con la crema al latte fredda di frigo, stendetela con il coltello o con una paletta, e poi copritela con l’altro disco. Spolverizzate con lo zucchero a velo e servite.